Ecco un’altra attenta analisi di Francesco Carrino della situazione attuale e di cosa potrebbe accadere a breve.

Trascrizione video.

Sono tutti col fiato sospeso concentrati sulla giornata di oggi, il giorno x, fatidico giorno è arrivato. Ma noi dobbiamo sforzarci all’interno di questo canale di analizzare con dati concreti ciò che potrebbe accadere nelle prossime settimane. E non sto parlando dei blocchi, degli approvvigionamenti di generi alimentari, farmaceutica, carburanti, di quelli abbiamo già parlato all’interno di questo canale inutile ripeterci. Le informazioni che stiamo vedendo in questi giorni sui giornali e televisioni sono stati già ampiamente trattati all’interno di questo canale. Ecco perché ci sforziamo ancora una volta come nello stile di questo canale, cercando di capire cosa accadrà nelle prossime settimane. Perché il governo è inamovibile? Cosa c’è dietro? Cosa ci aspetta?
Questo è lo spirito all’interno di questo canale. E fino adesso mi pare insomma che abbiamo anticipato gli eventi di qualche mese, ve li ho raccontati informazioni e dati alla mano in anticipo. E quindi anche questa volta, oltre ad andare a vedere quelle che sono le informazioni e I numeri, gli allarmi per dei prossimi giorni, ci sforziamo di capire cosa accadrà nelle prossime settimane. Oggi al giorno x, e dopo? Quindi partiamo, abbiamo dei dati. Conf-trasporto ci dice che gli autisti di mezzi pesanti al momento che risultano non vaccinati sono tra I 100 mila e 150 mila, a fronte di 350, 400mila di conducenti, totali in organico. E fanno parte delle circa 100mila aziende iscritte all’albo dei trasportatori. Considerate che in Italia il 90 per cento della merce si muove con l’autotrasporto. Insomma, le conseguenze sono facilmente prevedibili.

E infatti ce lo dice Confetra ci dice nello specifico che potrebbero mancare prodotti di consumo essenziali. Quindi generi alimentari e farmaceutici, carburanti, materie prime, eccetera, eccetera. Si potrebbero di fatto bloccare anche intere catene di distribuzione, oltre che industrie italiane. Si fermerà trasporto pubblico locale, abbiamo dei dati, 15 per cento del personale nella città di Torino è non munito di green pass.

Però noi dobbiamo andare oltre, perché oggi sono tutti lì con il fiato sospeso o collegato ai portuali di Trieste. Dobbiamo andare oltre perché I pericoli nel prossimo futuro sono veramente tanti.
Fatemi però aprire una parentesi sui portuali di Trieste. Perché è evidente queste sono le informazioni che vi riporto della giornata di oggi quindi fresca e il anni dai porti potrebbero arrivare nel momento in cui questa protesta si dovesse diffondere ad altri porti, vedi: Gioia Tauro, Genova. Perché se si dovesse limitare al porto di Trieste, ci fanno sapere che si stanno già organizzando. Cioè stanno cercando di deviare I container che arrivano, anche container che da Trieste partono su altri porti.

Ora l’attenzione è tutta focalizzata li, su questa battaglia, ma invito che io vi faccio e di ragionare un po’ sui numeri. Stiamo parlando di 4 milioni di lavoratori che oggi e domani e dopodomani non entreranno al lavoro. Quindi I settori colpiti sono tanti e vasti.

Ma entriamo nella nocciolo della questione di questo video. Il governo va al muro contro muro. Perché? Perché segue la sua narrazione, che è dettata dai dati. Bene qual è la narrazione? Proviamo sempre a guardare I numeri, la narrazione è che I vaccini hanno funzionato, dicono. Si sono ridotte le ospedalizzazioni, si sono ridotti I contagi e I morti. Ma siamo proprio convinti?
Perché la narrazione è questa, il green pass funziona, I vaccini funzionano. Però basta andare a vedere I dati di oggi. Oggi, ok? Oggi, confrontati allo stesso giorno nel 2020. Bene guardate questa schermata, se andate a vedere questi dati vedete che I morti per assurdo sono dell’anno scorso. Come vedete invece si sono ridotte di gran lunga le ospedalizzazioni. Qui parliamo di dati ragazzi, non chiacchiere. Perché I vaccini ci dicono effettivamente che si sono ridotte le ospedalizzazioni, ma I morti siamo lì. Ovviamente dal governo ci hanno fatto sapere un po’ per volta, che il vaccino serviva a ridurre le ospedalizzazioni. E va bene tutto, perché a noi interessa capire cosa accadde domani, ok?

Andiamo avanti con secondo punto, perché qual è il secondo? Il secondo punto è che questo vaccino ha una scadenza. Mi spiego si è capito che gli effetti di questo vaccino durano nell’atto limitato del tempo. E anche questo è un dato di fatto. Perché loro ci dicevano ci vacciniamo e dopo siamo a posto, e finita, e via. Poi hanno iniziato a cambiare la narrazione: “no perché ci vorrà il richiamo” no? È come l’influenza ti dico. Quindi molto probabile, questo staremo a vedere, non spetta a noi, non siamo scienziati, che comunque molti si beccheranno le due dosi nel 2021, e altre una, o due dosi nel 2022.

Quindi, ascoltatemi bene, in Inghilterra si sono vaccinati prima di noi, cioè hanno iniziato a vaccinarsi molto prima di noi, e con emessa oggi in Inghilterra? Bene I dati che oggi ci dicono che in Inghilterra oggi, anzi ieri, il dato di ieri, sono 45mila contagi, 45mila contagi e pochi morti fortunatamente pochi morti. Perché ormai abbiamo capito no? Questa variante si diffonde velocemente, ma fa pochi danni, diciamo così. Cosa voglio dire? Credo che sta iniziando a capire. Voglio dire che il dato che noi siamo partiti in ritardo con la vaccinazione, noi siamo ancora all’interno dell’effetto vaccino. Ma la situazione cambierà nei prossimi mesi, se accadrà quello che è accaduto in Inghilterra quelli che sono dei dati riportati da Israele.

Tutte queste cose il governo le sa, mentre altre persone anche soprattutto I vaccinati I greenpassati credono che sia finita tutta tarallucci e vino. Ora io me lo auguro, o meglio, mi auguro che nei prossimi sì andremo ancora avanti con questa situazione, con il virus che circola, che ci saranno meno morti, meno restrizione alla libertà, è incredibile anche solo pensarlo, e saremo tutti felici e contenti. Se così fosse la protesta di questi giorni, I blocchi e I danni saranno e arriveranno da questi giorni saranno giustificati, se invece I morti inizieranno a salire e I contagi a salire, perché in Italia per lanciare l’allarme la paura non servono manco morti basta che si aprivano a 10.000 contagi al giorno, beh la situazione cambia. Allora la colpa sarà di chi ha rifiutato I green pass, oltre che di chi ha rifiutato I vaccini. Ora chi segue bene questo canale sa che io seguo la narrazione ma difficilmente mi faccio influenzare dalla narrazione stessa. In fin dei conti è da una vita che lavoro per difendere imprenditori e cittadini dall’Agenzia delle Entrate e dalle Banche e figuratevi se mi faccio influenzare da questa storia qua.

Sto cercando di farli un’analisi lucida riportando I dati. Io guardo tutto, ascolto tutto, seguo tutto ma poi sono abituato male, ragiono con la mia testa e decidono con la mia testa. Perché poi a sbagliare siamo bravi anche da soli. Non ci abbiamo bisogno di altri che ci diano indicazioni. E inoltre nel tempo video dimostrato che spesso e volentieri I dati non sbagliano mai. Ripeto e aggiungo, se conosci poi dopo anche un po’ come si muovono I banchieri, come gestiscono le loro strategie, spesso e volentieri come accade all’interno di questo canale c’azzecchi.

Quindi morale della favola, molti di voi magari sono iscritti da poco all’interno di questo canale e non conoscono, non sanno come la penso. Bene io sono tra quelli che quando c’erano centinaia di migliaia di morti in Italia per Covid vi dicevo che dal mio punto di vista bisognava trovare un equilibrio, perché chiudere tutto avrebbe comportato dei problemi enormi soprattutto a quelli che festeggiavano dal barcone che ci dicevano: “andrà tutto bene. E ne stiamo vedendo, ancora molto non si sono rese conto di cosa sta accadendo. Cioè non hanno capito che a breve lo stipendio non gli servirà per pagare tutto quello che acquistavano fino a ieri, non l’hanno capito.

Molti non hanno capito che c’è il rischio di rimanere senza gas, e quindi senza riscaldamento questo autunno inverno. E gli allarmi noi li ho lanciati io, li hanno lanciati le autorità competenti, io ve li ho riportati. Non hanno capito che l’inflazione è fuori controllo dalle banche centrali. Non hanno capito che il sistema finanziario e bancario è completamente fuori controllo.

Qual è la causa di tutto ciò? Beh tutto è iniziato con le decisioni del governo. Cioè le decisioni di chiudere, bloccare gli approvvigionamenti, bloccare le materie prime, hanno delle conseguenze, capite? Hanno delle conseguenze con dati che ci vengono riportati in questi giorni anche sulle tele-finzioni. Ho visto l’altro giorno un video sul LA7 dove una dottoressa ci spiegava come sono aumentate le morti, non da Covid, dell’ultimo anno, anno e mezzo. Sono completamente esplose le morti per altre malattie. Il covid, tutta questa situazione, andrebbe gestita, non va mai dato il potere in mano a pochi che decidono per tanti. E soprattutto non va mai dato in mano a nessuno il potere per poter limitare le libertà, tra cui quella economica, a poche persone.

Chiaramente questa è la mia idea,. E le conseguenze purtroppo mi stanno dando ragione. Molti di voi erano e purtroppo non sono ancora oggi, ignari di quelle che sono le conseguenze di cosa accade quando si chiude tutto. Ci sono momenti della vita in cui bisogna scegliere il male minore. Paghiamo tutti, diamo soldi a tutti, diamo I soldi alle imprese, chiudiamo tutto, questo no? Piacerebbe a tutti, è bella come storiella, ma quali sono le conseguenze? Le conseguenze le vedrete nei prossimi mesi. La gente muore. Muore più di prima. La gente si ammala, e si ammala più di prima. Manca una serenità sul futuro, anche da parte dei vaccinati, dei greenpassati. Manca una serenità economica, e la fame fa più morti. I risultati sono questi, poi se sono felici gli italiani siamo felici tutti.